Prevenzione preclampsia ASPRE

Prevenzione della preeclampsia Studio ASPRE
Lo studio ASPRE (Combined Multimarker Screening and Randomized Patient Treatment with Aspirin for Evidence-Based Preeclampsia Prevention) è uno studio multicentrico internazionale, che ha coinvolto circa 27,000 gravidanze singole, nelle quali è stato eseguito uno screening per lo sviluppo di PE precoce a 11-13 settimane, grazie all'utilizzo dell'algoritmo della FMF che combina fattori materni e biomarkers.

Donne eleggibili per il trial (n=1,620) con un rischio stimato di PE pretermine >1 su 100, che hanno fornito il proprio consenso, sono state assegnate in modo casuale ad uno dei due gruppi di studio, nei quali era prevista l'assunzione di aspirina (150 mg/die) oppure di un placebo dalla 11°-14° settimana fino alla 36° settimana di gestazione. Alle partecipanti è stato raccomandato di assumere la compressa la sera piuttosto che di giorno, in base al fatto che alcuni studi hanno dimostrato una maggiore efficacia d'azione in queste ore della giornata.
L'uso dell'aspirina ha determinato una riduzione dell'incidenza di PE pretermine del 62% e una riduzione dell'incidenza di PE <34 settimane dell'82%.

Analisi secondarie dei dati dello studio ASPRE hanno evidenziato che:
• L'effetto benefico dell'aspirina dipende dalla compliance: la riduzione dell'incidenza di PE pretermine può raggiungere circa il 75% nelle donne con una compliance ≥90% ed essere solo del 40% in quelle con una compliance <90%.
• Nell'ipertensione cronica l'aspirina potrebbe non essere utile nella prevenzione della PE pretermine.
• Di conseguenza, se le partecipanti con ipertensione cronica fossero state escluse dallo studio e la compliance fosse stata ≥90%, l'aspirina avrebbe potuto potenzialmente ridurre l'incidenza di PE pretermine del 95%.

Ultima modifica : 2019-02-06

ultimo aggiornamento: 2019-02-08 18:48:28